Cecop lancia l’optical business developer

Si è svolta domenica e lunedì scorso a Napoli la dodicesima edizione di ExpoCecop, convention annuale del gruppo di matrice spagnola, cui hanno preso parte circa 250 partecipanti tra ottici italiani affiliati, ospiti ed esponenti delle aziende partner: durante la plenaria è stata presentata la nuova fase del progetto Evolution, che sarà implementata anche nel nostro paese intorno all’estate

«Vogliamo fare un lavoro costante per aiutarvi a migliorare, all’insegna della cultura della formazione continua, con l’obiettivo di elevare le competenze, affinché possiate sfruttare al massimo tutte le leve e gli strumenti che mettiamo a vostra disposizione», ha detto alla platea di professionisti Enrico Ferrario (nella foto), country manager per l’Italia di Cecop, riferendosi non solo ai prodotti a marchio con cui supportare la differenziazione in un mercato sempre più competitivo, ma anche ai numerosi servizi nel marketing e nella formazione offerti dal gruppo, il quale ha introdotto nel 2017 Evolution, programma di formazione a 360 gradi per l’ottico indipendente “da negozio a impresa”, che fa leva sulle competenze imprenditoriali e sulla capacità di gestione manageriale. 
Dopo gli eventi tenuti da esperti del settore che si sono svolti l’anno scorso a Milano e a Roma secondo una modalità di workshop, dunque molto pratica, e una serie di appuntamenti di training personalizzato presso alcuni centri ottici, Evolution si appresta ora ad entrare nella fase 2.0, come ha annunciato dal palco Jorge Rubio Ramos, direttore generale e fondatore di Cecop. Tale fase prevede l’inserimento di alcune nuove figure professionali, già operative in Spagna e in via di selezione nel nostro paese, che avranno il compito di accompagnare l’ottico in un progetto di diagnosi di quello che sta accadendo all’interno del suo centro ottico per arrivare alla definizione di un business plan e alla sua implementazione, in un percorso a lungo termine di tre anni. Figura chiave in tale processo è l’optical business developer, che, ha spiegato Rubio Ramos coadiuvato da Rafael Nunez, il quale in Spagna riveste appunto tale ruolo, deve possedere capacità importanti in aree diverse: ottico, con competenze di gestione del punto vendita e conoscenza dei meccanismi di realtà più strutturate. È stato poi evidenziato anche il terzo pilastro di Evolution, ossia il Master in Optical Business Management che è pure in via di definizione: un progetto internazionale in collaborazione con una scuola con sede in più paesi europei, insieme alla quale si sta costruendo un percorso da adattare anche al mercato italiano e alle sue caratteristiche, con l’obiettivo di fornire a titolari e direttori di negozio competenze manageriali.
A ExpoCecop 2018, che quest’anno ha cambiato format per concentrare tutti gli eventi professionali nella giornata di domenica, conclusasi con la cena sociale, riservando al lunedì una parentesi più ludica con la visita alle bellezze di Napoli, non sono mancati gli appuntamenti con la formazione grazie a dieci corsi tenuti da alcune delle diciannove aziende partner presenti alla convention.
N.T.