Gara nazionale scuole di ottica, il vincitore è di Napoli

Si chiama Luca Grazio e frequenta l’ISS Bernini, che da regolamento ospiterà l’edizione 2019 della competizione promossa dal Miur

Sul secondo gradino del podio è salito Paolo Leggeri del Centro Studi Leonardo Da Vinci di Bergamo, mentre la terza piazza è stata di Alessandro Barbini dell’Istituto Galileo Galilei-Rosa Luxemburg di Milano. La XXII edizione della Gara Nazionale delle Scuole di Ottica si è svolta il 18 e 19 aprile presso l’I.S.S. Mazzini-Da Vinci di Savona, dove si sono sfidati i venti migliori allievi del quarto anno provenienti da istituti pubblici di tutta Italia per aggiudicarsi il titolo di miglior studente per l’indirizzo “Servizi Socio-sanitari Articolazione Ottico”. «Per il nostro istituto è stato un onore poter ospitare questo importante appuntamento, due giornate intense che hanno animato la scuola e offerto la possibilità agli studenti di misurarsi in attività quotidiane specifiche della professione, anche grazie al sostegno di un’azienda d’eccellenza come Essilor», commenta in una nota Lucia Beneduce, referente del progetto e docente di Laboratorio di Ottica della struttura ospitante.
Essilor Italia per il quinto anno consecutivo ha affiancato la gara in qualità di sponsor tecnico: ha fornito mole di ultima generazione, frontifocometri manuali e automatici, nonché lenti di scarto necessarie per le prove pratiche di laboratorio (lettura dei poteri e montaggio) e il materiale didattico composto da un kit con quaderno per la pratica di refrazione, righelli, ottotipi, buste lavorazione e camici. L’iniziativa è stata seguita da Roberto Tripodi, professional affairs di Essilor Italia, in sinergia con la Divisione Strumenti della società, nella persona dell’instruments manager Christophe Di Trapani, e s’inserisce in un più ampio programma di attività dell’azienda per favorire l’interazione tra scuola e mondo del lavoro. «Siamo orgogliosi di sostenere queste attività – afferma nel comunicato Tripodi – Ci permettono, infatti, di essere fattivi interlocutori con il mondo scolastico della formazione e, allo stesso tempo, di offrire ai futuri professionisti della visione anche momenti di approfondimento tecnico-scientifico, sia in istituto sia nella nostra sede, per osservare sul campo l’evoluzione dei servizi e dell’approccio tecnologico e progettuale delle lenti oftalmiche, oltre ai processi di lavorazione» (nella foto, da sinistra, il terzo classificato, Alessandro Barbini del G.Galilei-R.Luxemburg di Milano, il vincitore, Luca Grazio, dell’ Iss Bernini di Napoli, e il secondo classificato, Paolo Leggeri, del Centro Studi Leonardo da Vinci di Bergamo).
(red.)