GrandVision Italy, il nuovo ad viene dai profumi

Dopo un’esperienza ultraventennale nel gruppo Douglas, Joerg Mingers (nella foto), 47 anni, da lunedì scorso è il numero uno della seconda catena italiana di ottica

«Mingers si inserisce alla guida di GrandVision Italy forte della sua grande esperienza nel mondo retail, maturata nell’ambito dei ruoli di crescente responsabilità ricoperti in aziende di rilevanza nazionale e internazionale: da ultimo ha contribuito alla crescita e all’affermazione sul mercato della catena di Profumerie Douglas, che negli anni ha affidato al manager ruoli di rilievo, tra i quali quello di amministratore delegato per l’Italia e di Regional Manager South East Europe», si legge in un comunicato di GrandVision Italy.
Svedese di nascita, dopo la laurea all’Università di Uppsala e un master alla Sda Bocconi, a metà degli anni 90 ha iniziato la sua lunga carriera nel gruppo cosmetico. «Il nuovo amministratore delegato fin da subito contribuirà attivamente alla realizzazione dei piani e dei programmi dell’azienda in Italia - prosegue la nota - La rilevanza della nuova nomina conferma l’importanza strategica del mercato italiano per GrandVision, in cui l’azienda opera con successo da quasi vent’anni anni e dove ha portato avanti un importante processo di rebranding, ormai giunto al termine, che ha visto l’unione sotto lo stesso brand di tutti i punti vendita dei due marchi storici dell’ottica italiana, Avanzi e Optissimo». Oggi sono 416 i punti vendita in Italia della catena, così ripartiti: 282 tra GrandVision, GrandVision by Avanzi e GrandVision by Optissimo, 27 Solaris e 107 Corner Optique.
Dall’estate scorsa la guida di GrandVision Italy era in capo alla direzione del gruppo, dopo l’uscita di Luca Sacilotto, che l’aveva amministrata per quasi tre anni. 
(red.)