De Rigo: con Philipp Plein consolida la fascia alta

Sono 33 i modelli premium luxury ideati e disegnati insieme all’eclettico stilista tedesco, presentati in occasione del lancio della prima collezione in partnership con l’azienda di Longarone: l'anteprima è avvenuta la scorsa settimana presso lo showroom milanese del marchio

Una scelta coraggiosa quella di De Rigo, inserire tra i propri brand, come punta di diamante del lusso, uno così particolare come Philipp Plein. Si è rivelata vincente, non solo per i dati di vendita, ma anche per la perfetta intesa fra l’azienda di Longarone e la maison tedesca. Come ha detto lo stesso Philipp Patrick Plein, alla presentazione della collezione nella nuova showroom milanese (nella foto), De Rigo, grazie al direttore creativo Enrico Furlan e all’équipe interna, è stata capace di trasferire perfettamente la sua idea sugli occhiali, con un livello di qualità per esecuzione e materiali altissimo.

Trentatré modelli di cui 70% per uomo e 30% per donna, fatto insolito nel panorama dell’eyewear, ma coerente con l’impostazione della griffe. Che come ha osservato Barbara De Rigo, chief marketing officer di De Rigo Vision, è un punto di forza sulla concorrenza, considerando che i modelli maschili, soprattutto da vista, per quanto nello stile “enfatico” del brand sono assolutamente portabili. Grande attenzione ai dettagli, a cominciare dai piccoli teschi d’oro con strass incastonati alla fine delle aste, che ricordano i tacchi delle scarpe. O ancora nel modello di punta i cristalli che richiamano la forma del logo, piuttosto che il motivo decorativo delle catene d’oro. Interessante anche la montatura in acetato effetto marmorizzato, trend di stagione, proprio come i marmi delle panche e dei tavoli della nuova showroom e delle boutique Philipp Plein. Curatissimi anche gli astucci, di cui uno in pelle nera con catena tracolla, simile a una preziosa clutch. L’apprezzamento della collezione è stato immediato. In Italia, dove è venduta in 250 punti vendita, ma soprattutto negli Stati Uniti, in Russia, nell’Europa dell’est e nel centro e sud America. Anche grazie a un ottimo rapporto qualità prezzo.

Luisa Espanet

Fashion
The website encountered an unexpected error. Please try again later.