Roma, ricerche e pratiche innovative al centro del Congresso Eaoo 2019

Definito il programma della Conferenza annuale della European academy of optometry and optics, dal 18 al 20 maggio nella Capitale, presso l’Hotel Ergife (nella foto), organizzata da Eaoo e Federottica, in collaborazione con Adoo, Aloeo e Sopti

Si tratta di «tre giorni di incontro e confronto con relatori internazionali, molti dei quali appositamente tradotti in italiano, per gli ottici optometristi, che potranno conoscere e approfondire le ultime ricerche e la pratica più innovativa a livello internazionale», si legge in una nota di Federottica.
Spiccano, in particolare, gli interventi dei “keynote speaker”, tutti previsti in plenaria. Il 18 maggio Ian Flitcroft, oculista pediatrico irlandese ed esperto di elettrofisiologia, affronterà il tema del controllo della miopia dal punto di vista dell’oftalmologo. Nella giornata successiva interverrà David B. Elliott, PhD MCOptom FAAO, docente di Clinical Vision Science presso la Bradford School of Optometry and Vision Sciences e autore di Clinical procedures in primary eye care, con una relazione dal titolo “Vision and falls”. Infine il 20 maggio Jean Philippe Sayag, fondatore, ceo e presidente di Acep Group, società francese che ha sviluppato una serie di prodotti per professionisti della visione e produttori di lenti, ispirati alle ultime tecnologie di virtual try-on, misurazioni e test visivi, terrà una relazione sulla cosiddetta “uberizzazione” del professionista della visione.
«Sono in programma al Congresso Eaoo 2019 anche diversi approfondimenti, come i workshop della prima giornata e gli Open papers session, che animeranno l’evento nel pomeriggio della stessa e nell’intera giornata successiva, durante la quale è prevista anche una sessione dedicata ai giovani ricercatori – precisa il comunicato – Il 19 e 20 maggio, infine, spazio anche agli Special interest group, approfondimenti tematici su, tra gli altri, ottica e digitale, lenti a contatto, ipovisione e controllo della miopia».
(red.)