Carminati: il benessere visivo "striscia" sui social

Con "I Locatelli - Ci vediamo tutti da Carminati” prende il via una serie a fumetti incentrata sulle vicende quotidiane di una famiglia in grado di risolvere tutti i propri problemi visivi grazie al centro ottico lombardo, associato Oxo, di cui è anche presidente nazionale, con il duplice obiettivo di informare e di fidelizzare. Il primo episodio, dedicato ai dispositivi digitali e alla protezione dalla luce blu nociva, è già online sui canali Facebook e Instagram dell’insegna e sarà seguito da altre undici strisce settimanali nei prossimi tre mesi

«Il fumetto è uno strumento nuovo per comunicare nel nostro settore e la scelta di utilizzarlo deriva anche da una passione personale: i comics hanno accompagnato molti adulti, me compreso, in tutta l’età giovanile, sino alla fine degli studi, come diversivo, piacere per rilassarsi e divertirsi – racconta a b2eyes TODAY Marco Carminati, titolare di Foto Ottica Carminati, insegna fondata dal padre Carlo nel 1957, che conta due punti vendita in provincia di Bergamo, a Calusco d’Adda e Almenno, in cui lavorano sette addetti e che l’anno scorso ha festeggiato i 60 anni di attività - L’idea è si è sviluppata in modo del tutto naturale ragionando sul fatto che oggi abbiamo a disposizione diversi device e piattaforme come Facebook e Instagram, che comunicano sempre di più con immagini: cosa c’è di meglio per colpire i giovani del creare qualcosa che usi questo codice e che stimoli la fantasia, incuriosisca e sia diverso dall’abituale, attraverso cui dare dei messaggi per favorire la comprensione di ciò che intendiamo come benessere visivo?».
Uno strumento transgenerazionale quindi, così come lo sono i personaggi, i Locatelli (nella foto), protagonisti delle strisce ideate per il centro ottico da Nicola Di Lernia e realizzate dalla coppia creativa Sanna & Volpin, per dare spazio a tutte le età con le specifiche problematiche visive che si presentano nelle diverse fasi della vita: papà Mario e mamma Elena, i due figli Daniela e Roberto, i nonni Piero e Olinda, gli zii Susi e Dario, con le dinamiche, i conflitti e le incomprensioni che in ogni famiglia si possono sviluppare. «Il primo messaggio che abbiamo voluto dare è quello relativo alla protezione dalla luce blu nociva, legato al Blue Control di Hoya, che è un nostro partner commerciale, perché serve un prodotto, una soluzione reale da poter comunicare e far diventare argomento concreto in una vendita in negozio: non è escluso che in seguito possano essere inseriti altri partner, valuteremo sulla base delle tematiche chi coinvolgere», spiega Carminati.
Via via nei prossimi mesi verranno toccati tutti i temi del benessere visivo, oltre che le soluzioni messe a disposizione dal mercato per soddisfare le varie necessità, che verranno gradualmente affrontati non in tono didascalico, ma «con ironia di stampo vagamente anglosassone - aggiunge il professionista lombardo - Il tutto utilizzando un tratto grafico che renda riconoscibile il centro ottico, che faccia capire chi siamo e che siamo noi coloro che stanno dietro tutta questa iniziativa». Tra i prossimi argomenti, anticipa Carminati, ci saranno i concetti di prodotto costoso e prodotto di valore e la presbiopia. In futuro, il progetto contempla anche di regalare a conclusione delle uscite un piccolo libro riepilogativo di tutte le strisce ai clienti dei due punti vendita.
N.T.