La Santa Lucia degli ottici? Anche sportiva e amante della cultura

Una partita a calcetto particolare, incontri conviviali con visite annesse: i professionisti festeggiano (o festeggeranno) così oggi la propria patrona

Santa Lucia riunisce gli ottici sotto la propria “luce” con diverse iniziative. Come già nel 2017, per Federottica Firenze lo scopo è la sensibilizzazione sulle disabilità visive, in particolare quest’anno focalizzata sull’ipovisione e sulle attività sportive, come mezzo di inclusione sociale e realizzazione personale (nella foto, la locandina dell'iniziativa). «Per oggi pomeriggio abbiamo, infatti, organizzato una partita a calcio a cinque contro la U.S. Limite e Capraia Calcio, unica squadra toscana formata da atleti con questo deficit visivo, attualmente impegnata nel campionato nazionale di categoria sotto la guida del mister Sirio Belluomini, contro un team di ottici - spiega a b2eyes TODAY Andrea Cappellini, presidente dell’associazione territoriale - A dare il calcio d’inizio sarà l’assessore al Welfare del Comune di Firenze, Sara Funaro, insieme al direttore di Confcommercio Toscana, Franco Marinoni, e al presidente di Federottica nazionale, Andrea Afragoli. Con loro anche il sindaco di Capraia e Limite, Alessandro Giunti. Il pubblico potrà assistere al match gratuitamente dagli spalti del Palanovoli a Firenze. Seguirà una cena tra il consiglio direttivo e i soci».
Federottica Padova ha organizzato, invece, per domenica 16 dicembre un pranzo del consiglio direttivo della territoriale, allargato alle famiglie, cui è stato invitato anche Afragoli, seguito da una visita alla mostra di “Gauguin e gli Impressionisti”, in programma nella città veneta sino alla fine di gennaio, presso Palazzo Zabarella. Per gennaio è prevista, inoltre, un’iniziativa conviviale per tutti gli associati che non avranno potuto aderire.
Dicembre resta comunque un mese di lavoro intenso per gli ottici che porta a posticipare i festeggiamenti di Santa Lucia. È il caso, ad esempio, di Federottica Cuneo, che per conciliare gli impegni di tutti i colleghi ha previsto un pranzo conviviale dedicato ai soci a metà gennaio a Caraglio, seguito da una vista all'ex Filatoio della città. O di Federottica Bari-Bat, che, secondo consuetudine, celebra la santa patrona degli ottici a gennaio, con una giornata ad hoc.
F.T.