Sopti: nuova e vecchia guardia a confronto

Domenica 28 ottobre, a Bologna, si è svolto un incontro tra gli storici membri della Società Optometrica Italiana e il nuovo Consiglio direttivo, eletto a Desenzano del Garda circa un mese prima. Il colloquio, fortemente richiesto e sostenuto da quest’ultimo, si è tenuto in un clima informale e disteso in una piccola sala riunioni dell’Hotel Portici, con vista su un palcoscenico dove un’arpista rilassava le pigre colazioni della domenica mattina

Il nuovo presidente, Emanuele Mignini, aveva, con una modestia e un rispetto non usuali, chiesto di conoscere la storia, passata e recente, dell’associazione che inizia a dirigere: Laura Livi, presidente uscente, ha illustrato gli obiettivi raggiunti nell’ultimo quadriennio, punteggiati poi da Anto Rossetti per le prospettive internazionali che si aprono dopo l’ingresso di Sopti nell’Ecoo, da Pietro Gheller per le garanzie legali, da Silvio Maffioletti quale referente Tiopto, mentre il sottoscritto ha raccontato loro dell’attività recente del dipartimento SOS; con considerato riguardo hanno annotato e registrato. Credo si debba plaudire al gesto di quella generazione che, come Agatone fece con Socrate invitandolo al banchetto intellettuale, chiede di realizzare una prossimità con chi quella storia ha costruito e alimentato per poi, proprio come Socrate rispose, progettarne il futuro di continuità. Un viatico generoso e intelligente che ben augura all’associazionismo.
Sergio Cappa