Vision Adria: un convegno per “prendersi cura” della gente

Dopo il successo dell’edizione 2016 la cooperativa di ottici del nord est replica il prossimo 17 settembre l’appuntamento con un nuovo simposio, sempre in collaborazione con la Fondazione Banca degli Occhi del Veneto Onlus

Presso il Padiglione Rama dell’Ospedale dell’Angelo di Mestre Vision Adria riproporrà il suo convegno (nella foto, la locandina), aperto a tutti gli operatori dell’ottica: lo scopo è condividere un insieme di regole che possano essere utilizzate per aiutare le persone a vivere e vedere meglio. I lavori durante la giornata si suddivideranno in tre blocchi a tema che coinvolgeranno sia i relatori sia le aziende partner: come prendersi cura della gente, la personalizzazione in ambito oftalmico e nella contattologia e le buone regole che l’ottico affronta quotidianamente in molti campi.
Il convegno sarà coordinato dall’esperto di mercato Nicola Di Lernia, con il contributo scientifico di Giancarlo Montani. Significativo sarà l’apporto di Diego Ponzin, oculista e direttore della Fondazione Banca degli Occhi del Veneto, che proporrà tre relazioni a integrazione della ventina di interventi previsti da parte di esperti di fama dell’ottica italiana.
«Il titolo stesso dell’evento mostra chiaramente la volontà di essere al servizio del cittadino, collaborando con la classe medica, ognuno nel rispetto delle specifiche competenze: in questa prospettiva vogliamo creare un metodo di lavoro comune che coinvolga tutti i nostri soci, una trentina di centri ottici ubicati nel nord est d’Italia, nella loro attività quotidiana – commenta a b2eyes TODAY Igino Franceschetto, presidente di Vision Adria – La scelta di organizzare un convegno a cadenza biennale non è casuale: l’obiettivo è proporre un simposio che non si riveli ripetitivo, bensì unico per la qualità e il livello del servizio offerti, compresa la prestigiosa location, a fronte anche della gratuità della partecipazione».
A.M.