Sight for Kids: già 15 mila bambini sottoposti a screening

Partita con l’inizio dell’anno scolastico, a breve l’iniziativa dei Lions, che ha l’obiettivo di prevenire l’ambliopia con controlli specifici gratuiti per bambini di età compresa fra 0 e 6 anni, nelle scuole di tutta Italia, raggiungerà il clou: eventi a livello locale e nazionale sono in programma da qui all’estate. Presso i centri ottici è, inoltre, in distribuzione un opuscolo informativo di sensibilizzazione sulla problematica

La traccia seguita è la stessa dello scorso anno, ma Sight for Kids 2019 (nella foto, la locandina) ha raggiunto un’organizzazione più solida e strutturata. «Abbiamo cercato di sviluppare una cooperazione maggiore con le società scientifiche e associazioni già coinvolte nel progetto, Soi e Aiorao, cui si è aggiunta la Società italiana di oftalmologia pediatrica, e in partnership con primarie aziende oftalmiche e della contattologia, Zeiss e Johnson & Johnson - spiega a b2eyes TODAY Giovanni Amerio, medico oculista di Orbassano, in provincia di Torino, responsabile di Sight for Kids – Abbiamo, inoltre, sviluppato un rapporto privilegiato con Iapb, con cui in particolare abbiamo intrapreso un percorso comune, delineato con un recente incontro a Roma».
Altro focus di Sight for Kids 2019 è sulle linee guida del progetto. «L’obiettivo è conferire ulteriore chiarezza al protocollo da seguire con la costituzione di un comitato scientifico, già nato lo scorso anno, ma oggi più strutturato, e una maggiore validità scientifica ai dati raccolti durante gli screening - dice ancora l’oftalmologo - È stato, inoltre, avviato un sito internet dedicato che ha la funzione non solo di vetrina dell’iniziativa, ma anche operativa per i singoli club per attingere ai materiali dedicati e per raccogliere e condividere i dati raccolti durante le varie tappe a livello locale».
La diffusione di un opuscolo sull’ambliopia sottolinea, inoltre, l’impegno di Sight for Kids nella sensibilizzazione delle famiglie sul problema. «La collaborazione di Luca Blengino e Toni Cittadini, noti sceneggiatori e disegnatori di fumetti, ci ha permesso di veicolare un messaggio scientifico in maniera fresca e immediata, in grado di coinvolgere tutti», sottolinea Amerio.
I vari club hanno organizzato e organizzeranno incontri a livello locale con i genitori sulla scia di quelli già realizzati lo scorso anno. «Sono poi in programma due eventi a livello nazionale, al Progressive Business Forum di Firenze, dal 30 giugno al 1° luglio, e a Roma, in autunno, dedicato agli screening in piazza, durante il quale prevediamo un convegno rivolto al personale scolastico», afferma ancora il responsabile di Sight for Kids.
Da settembre a oggi sono stati visitati 15 mila bambini, i cui risultati sono già comunicati dai singoli club. «I dati registrati sono al momento in linea con lo scorso anno (la percentuale di bambini ai quali è stata riscontrata una positività all’ambliopia è stata dell’8,7%, ndr) - aggiunge Amerio - L’obiettivo nei prossimi anni è “restringere il setaccio”, per limitare il numero dei falsi positivi: a chi viene rilevato un sospetto di ambliopia, è consigliata una visita specialistica. Una volta rafforzate le basi, vogliamo consolidare ulteriormente la collaborazione con le categorie che finora non abbiamo coinvolto pienamente nel progetto: pediatri e professionisti della visione. Questi ultimi sono comunque di importante supporto per l’opera di sensibilizzazione con la distribuzione presso i centri ottici del materiale informativo e dell’opuscolo dedicato».
F.T.